Blog

Miglior forno a microonde 2019

Sin da quando è stato inventato, il forno a microonde ha riscosso sempre maggior successo tra le casalinghe. Il sistema che regola questi apparecchi, consente di cuocere i cibi in pochissimo tempo, grazie a temperature molto elevate. Per cui, a differenza di quello che molti pensano, i forni a microonde consentono di risparmiare energia elettrica, accorciando i tempi di cottura. Inoltre, sono l’ideale per riscaldare o scongelare i cibi, evitando quindi la messa in funzione dei fornelli a gas o del forno tradizionale, senza ombra di dubbio più dispendiosi. Grazie al loro funzionamento particolare, nei microonde è possibile inserire contenitori al cui interno trova spazio il nostro cibo, ma che tuttavia, non devono contenere parti metalliche. Inoltre, è possibile evitare scottature, utilizzando contenitori in plastica o silicone, perché non si surriscaldano molto, a dispetto di altri materiali.

PRODOTTO Peso Dimensioni VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
13 kg 48,9 x 39,2 x 27,5 VEDI PREZZI
17,5 kg 47,6 x 51,7 x 31 VEDI PREZZI
12, 6 kg 46,1 x 37,5 x 28 VEDI PREZZI
10,6 kg 27 x 44,6 x 31,9 VEDI PREZZI
15,7 kg 52 x 36 x 27  VEDI PREZZI
14,6 kg 35 x 39,2 x 36 VEDI PREZZI
11 kg 33,7 x 43,7 x 25,8 VEDI PREZZI
12 kg 33,7 x 43,7 x 25,8 VEDI PREZZI
10,5 kg 36 x 50 x 29 VEDI PREZZI
17,4 kg 52 x 49 x 30 VEDI PREZZI

Il forno microonde con la funzione di Grill

I forni a microonde sono stata un’invenzione a dir poco rivoluzionaria. Fin dalla sua apparizione, infatti, questo piccolo elettrodomestico ha semplificato la vita di coloro che hanno da sempre poco tempo per mettersi ai fornelli (chi ha detto lavoratori e studenti?). Il microonde è utile soprattutto per scongelare i cibi in pochissimo tempo, anche se presi direttamente da dentro al congelatore. Il forno a microonde è anche molto utile per riscaldare i cibi, consentendo un risparmio di energia e di tempo notevoli, in quanto basta tenerli accesi per brevissimi periodi di tempo per ottenere ciò che vogliamo, ed è provato, che consumano molto meno di un forno tradizionale o dei fornelli a gas della cucina. Tuttavia, viene poco utilizzato per cucinare partendo da zero. Quando si parla di microonde, infatti, non ci si riferisce soltanto alle funzioni di riscaldamento, ma proprio di cottura. Il forno microonde, infatti, può tranquillamente sostituire il forno tradizionale o i fornetti elettrici a libera installazione, soprattutto grazie ai modelli più recenti ed innovativi, che hanno introdotto diverse funzioni e programmi di cottura, tra cui il Grill, perfetto per cuocere la carne, ma anche per rendere croccante la crosta di alcune pietanze. Questa funzione prevede l’installazione di un dispositivo a raggi infrarossi aggiuntivo nel forno, che ne aumenta il costo, ma ne amplia il ventaglio di possibilità per cucinare, quindi rende il prodotto molto più versatile.

L’utilità del piatto Crisp

Forno a microondeNel forno microonde di ultima generazione, troviamo anche la funzione Crisp, abbinata quasi sempre a quella precedentemente accennata di Grill. Questa funzione, è accompagnata dalla presenza di un particolare piatto con superficie antiaderente, che in alcuni casi viene chiamata in differenti modi, ma che alla fine risulta essere sempre la medesima. Per maggiori informazioni, conviene fare riferimento al libretto di istruzioni dell’apparecchio acquistato. Il piatto Crisp è un particolare accessorio, realizzato con un materiale antiaderente speciale, il quale accumula nella parte centrale tutto il calore sviluppato dal microonde, rendendo la cottura degli alimenti più uniforme. Questo piatto particolare, ha la funzione di raggiungere in pochissimi secondi o minuti, temperature molto elevate, per poter far lievitare i cibi, oppure per friggere o dorare gli alimenti. Tuttavia, la temperatura raggiunta, evita di bruciare gli alimenti, perché il piatto Crisp la mantiene costante, senza alzarla in maniera eccessiva. In questo modo, è possibile tenere costantemente sotto controllo la cottura degli alimenti. Infine, combinando assieme la funzione base del forno a microonde, con le funzioni Crisp + Grill, è possibile cuocere una moltitudine di piatti differenti. A questo proposito, è consigliabile acquistare un apparecchio dotato di un ricettario, che possa suggerire alcune succulente ricette.

Il forno a microonde ventilato

La ventilazione viene offerta nei moderni forni a microonde, proprio come nei forni tradizionali da incasso che ultimamente vengono montati di serie nelle nostre cucine. Infatti, i primi esemplari di microonde, non prevedevano l’aggiunta di questa utile funzione, ma il loro funzionamento era limitato all’utilizzo delle microonde. È molto semplice il funzionamento dei forni provvisti di ventilazione, infatti, all’interno di essi, è presente una ventola, che gira quando il forno è in funzione, per mettere in circolazione il calore all’interno della camera di cottura ed ottenere una distribuzione dello stesso più uniforme. Quando si attiva questa moderna funzione, il microonde funziona esattamente come un forno tradizionale, garantendo quindi risultati identici, ma con tempi decisamente più ridotti. Questo fa si che l’utente possa risparmiare parecchi soldi in energia elettrica. I tempi ridotti di cottura, si devono proprio alla combinazione delle microonde con la ventilazione, che facendo circolare l’aria calda, cuoce il cibo in maniera uniforme, ma soprattutto in modo più rapido. Questa funzione, inoltre, ha la capacità di rendere i cibi più gustosi, in quanto la circolazione dell’aria, tiene intatta l’umidità interna delle pietanze, rendendoli più morbidi all’interno e più croccanti in superficie. A differenza della funzione Grill, inoltre, la crosticina non si forma solo nella parte superiore, ma tutta intorno alla pietanza, sempre grazie alla circolazione dell’aria.

I cibi da cucinare con la funzione di ventilazione

microondeIl forno a microonde con ventilazione, ha la capacità di far circolare in maniera uniforme il calore all’interno della camera di cottura, ed è quindi particolarmente indicato per la cottura degli arrosti. Con la funzione di ventilazione, in realtà, è possibile cuocere qualsiasi tipo di alimento, gli unici non “compatibili”, sono quelli che contengono il lievito al loro interno. Questo perché gli impasti che contengono lievito, per “lievitare”, hanno bisogno di una cottura lenta e non veloce. Ma come fa il microonde a cuocere così rapidamente? Partiamo da un fatto noto: qualsiasi alimento contiene al suo interno particelle di acqua. I cibi presenti nel forno a microonde, vengono letteralmente “attraversati” da queste onde, le quali, agitando le molecole di acqua al loro interno, sviluppano calore e quindi cuociono, mediante sfregamento di queste molecole. Generalmente, i cibi più cotti all’interno di un forno a microonde dotato di funzione di ventilazione sono: il pesce, la carne, le lasagne, gli arrosti, le patate, la pasta al forno, le verdure gratinate o ripiene, ed i biscotti. Grazie alla funzione di ventilazione, è possibile ottenere dei cibi morbidi all’interno e croccanti all’esterno; la carne, ad esempio, non diventa mai secca o dura e le lasagne restano morbide all’interno, ma croccanti in superficie!

Microonde da incasso o free standing?

Come accennato in precedenza, oggi un forno a microonde dotato di funzione di ventilazione, è in grado di sostituire al 100% un forno tradizionale, per cui è normale chiedersi, magari al momento dell’acquisto di una nuova cucina, se inserire questo apparecchio direttamente ad incasso al posto del forno tradizionale, oppure va bene quello ad installazione libera. Per risolvere questa annosa questione, cercherò di elencarvi tutti i punti in comune che ci sono tra questi due elettrodomestici. I “free standing” ovvero i forni a microonde ad installazione libera, sono adatti per chi dispone di ampi piani di lavoro. Le dimensioni possono variare, a seconda del numero dei componenti della famiglia. Per i nuclei più piccoli, andranno bene quelli con una capacità da 18 litri, mentre per le famiglie più numerose, saranno più adatti quelli da 30 litri. Quando si decide di acquistare questa tipologie di microonde, bisogna già conoscere a priori il loro posizionamento e prevedere che questi possano “respirare”, lasciando su ogni lato almeno 5 cm di spazio tra l’apparecchio e la parete. Inoltre, al di sopra del fornetto, ci dovrebbero essere almeno 30 cm di spazio libero. Per quanto riguarda i modelli ad incassi, invece, la loro installazione è molto più semplice, in quanto vanno inseriti ad incasso proprio come un forno tradizionale. Rispetto a quelli ad installazione libera, hanno una capacità maggiore, almeno di 35 litri. Per quanto riguarda le funzioni, i due prodotti sono equiparabili. La scelta va quindi effettuata in base alle proprie esigenze e allo spazio libero in cucina.

Il costo di un forno a microonde

forno microondeIn commercio, come detto in precedenza, è possibile trovare differenti modelli di forno a microonde, ma perché i prezzi variano così tanto? I fattori che influenzano la variazione di prezzo, come in tanti altri prodotti, sono diversi. Innanzitutto, la marca del prodotto è uno dei fattori principali. Un marchio conosciuto si farà sempre pagare di più, anche solo per “il nome” e non solo per il prodotto in se per se. Ovviamente, in generale, un prezzo maggiore, significa anche un prodotto migliore. Questo però non succede in tutti i casi, perché anche una sola azienda, può commercializzare diversi prodotti, dal prezzo differente, ma dalla elevata qualità. In questo caso, sono probabilmente il numero di funzioni e accessori che fanno variare il prezzo. Innanzitutto, la presenza di funzione come quella Grill o Crisp, aumentano il prezzo, perché prevedono l’installazione di parti aggiuntive nel momento della progettazione e la presenza anche di accessori in più. Discorso analogo va fatto per i microonde dotati della funzione di ventilazione, che prevedono la presenza della ventola nel vano cottura. Ci sono alcuni modelli, infine, che prevedono anche la cottura a vapore dei cibi, ed a incidere sul fattore prezzo, sono anche i materiali con cui vengono realizzati, la potenza e le dimensioni. È chiaro che un prodotto più solido e robusto, durerà anche molto più tempo.