Blog

Miglior forno elettrico ventilato 2019

Oggi giorno, troviamo in commercio una serie infinita di elettrodomestici e la maggior parte di essi, affollano i nostri piani da lavoro in cucina. Questi apparecchi dispongono di moltissime ed utili funzioni, aiutando i provetti casalinghi a svolgere i compiti più stressanti e faticosi, in meno tempo e in modo più efficace. In ogni caso, qualunque essa sia la loro funzione, questi prodotti ci rendono più semplice la nostra vita. Fra gli apparecchi più utilizzati e presenti nelle case degli italiani, troviamo senza ombra di dubbio il forno elettrico, che può essere sia da incasso che “free standing” (ovvero ad installazione libera). Inoltre, gli ultimi modelli, che includono la funzione di ventilazione, stanno avendo un successo straordinario, scopriamo insieme perché.

PRODOTTO Peso Dimensioni VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
8 kg 37 x 32 x 50 VEDI PREZZI
16 kg 53,5 x 46,5 x 34,5 VEDI PREZZI
8 kg 25,5 x 51 x 40 VEDI PREZZI
7 kg 46 x 32 x 28 VEDI PREZZI
8 kg 51 x 36,6 x 35 VEDI PREZZI
13 kg 43 x 52 x 36,5 VEDI PREZZI
9 kg 65,8 x 43,6 x 42,4 VEDI PREZZI
13 kg 68,6 x 37,4 x 42,3 VEDI PREZZI
10 kg 56,3 x 43,2 x 37,4 VEDI PREZZI
6 kg 44,5 x 31,5 x 29 VEDI PREZZI

Come scegliere un forno elettrico ventilato

Ogni prodotto presente in commercio, presenta le sue funzioni e caratteristiche distintive. Ogni prodotto è stato pensato per soddisfare un particolare tipo di esigenze. Per questo motivo ci piace sempre ripetere, che più in generale, non esiste un modello migliore di un altro, ma piuttosto si trovano in commercio, apparecchi che più si adattano alle esigenze di ognuno. Ma allora come si fa a scegliere quello più adatto? Certamente partendo dalla considerazione dei punti elencati qui di seguito.

  • Dimensioni e capacità: se in cucina disponi già del tuo bel forno elettrico ventilato da incasso e sei alla ricerca di un prodotto da accendere solo poche volte, per riscaldare qualche alimento al marito che torna da lavoro, allora non c’è bisogno di acquistare un apparecchio ne molto grande e nemmeno che consumi troppa energia elettrica. Ovviamente, sarà necessario acquistare un apparecchio con una capacità maggiore, a seconda del numero dei componenti della famiglia.
  • Funzioni principali: oltre a prendere in considerazione capacità e dimensioni del forno ventilato, bisogna capire in che modo andrà utilizzato. Se lo si vuol utilizzare per cuocere, si potrebbe scegliere un forno combinato con ventilazione e funzione Grill, che consente di ottenere sulle pietanze la gustosa crosticina! Ma se vuoi un prodotto per cuocere pane e pizza, allora puoi optare per un modello specifico.
  • Frequenza di utilizzo: se utilizzi il forno elettrico ventilato poco spesso, allora puoi optare per un modello più economico. Al contrario, se pensi di utilizzarlo molto per cuocere e realizzare i tuoi piatti preferiti, allora meglio acquistare un prodotto più solido e robusto, che possa garantire una maggiore durata nel tempo.

Forno ventilato o tradizionale?

forno elettrico ventilatoIl fornetto elettrico tradizionale è quello statico, al cui interno il calore viene prodotto grazie al surriscaldamento di due resistenze, poste una nella parte superiore e l’altra nella parte inferiore dell’apparecchio. Una manopola consente di regolare la temperatura del forno, mentre l’altra consente di scegliere se accendere solo la resistenza superiore, quella inferiore, oppure entrambe. Inoltre, è spesso presente anche una griglia in alto, che riscaldandosi in pochissimo tempo, consente di dorare la superficie esterna del cibo. Il forno elettrico ventilato, invece, aggiunge alla funzione base del forno elettrico statico, quella di ventilazione. Questa funzione la si deve alla presenza nella parte posteriore dell’apparecchio di una ventola, che fa circolare l’aria calda all’interno della camera di cottura. Questa, asciugando la superficie degli alimenti, crea tutt’attorno una crosticina croccante, mentre li lascia umidi e morbidi all’interno. Questa migliore distribuzione del calore, consente di ottenere pietanze più gustose, senza doversi preoccupare, ad esempio, di rendere la carne troppo dura ed asciutta, oppure di non riuscire a cuocere il pesce uniformemente. Inoltre, grazie alla funzione di ventilazione, si riducono i tempi di cottura e quindi, si risparmiano i soldi sulla bolletta elettrica. Unica nota negativa, è che con la ventilazione non si possono cuocere i cibi a lievitazione, in quanto questa deve essere sempre e comunque lenta. Per cui, se nel vostro forno non volete fare altro che dolci, meglio un forno statico senza ventilazione, in tutti gli altri casi, la ventola è un surplus molto utile.

Manutenzione del forno ventilato

Tutte le casalinghe sanno che la pulizia del forno è una delle pratiche più noiose del mondo. Inoltre, se il forno è molto sporco, è necessario utilizzare prodotti sgrassanti, che è male respirare, fanno male al contatto con la pelle e costano anche un botto di soldi! Inoltre, a seconda della posizione dell’elettrodomestico, in molti casi sarà anche necessario assumere posizioni piuttosto scomode, che obbligheranno la nostra già malandata schiena, a piegarsi ancora di più. Altra scomodità, è dovuta al fatto che i residui di cibo che si attaccano sul forno, sono difficili da rimuovere e bisogna lavorare molto di gomito per riuscirci, inoltre, se non si fa la giusta attenzione, si rischia di graffiare le pareti interne del forno o di rovinare le resistenze. Per fortuna, la tecnologia oggi giorno, ha fatto dei veri e proprio passi da gigante e di questa ne hanno giovato anche i forni elettrici. Se odiate pulire il forno elettrico ventilato, non vi resta che acquistare un prodotto autopulente. Questo, una volta avviata la funzione di auto-pulizia, si riscalda a temperature elevatissime, per sciogliere tutto il grasso presente all’interno. La temperatura raggiunta è di circa 500°C!

Il prezzo del forno elettrico ventilato

forno ventilatoOvviamente, i fattori che influenzano il prezzo di un forno ventilato sono diversi. In commercio ne troviamo diverse tipologie, ognuno con le sue funzioni e caratteristiche. I materiali di costruzione, possono influenzare il costo dell’apparecchio, così come il numero di programmi per la cottura. La presenza di funzioni avanzate come grill o ventilazione, possono variare il prezzo anche di parecchio. Tra gli altri fattori, ricordiamo la marca. Un marchio noto, per pagarsi la pubblicità, si farà sempre pagare qualcosina in più. Altro fattore che influenza il prezzo dei forni elettrici, è la durata della garanzia, che ricordiamo nel nostro paese è sempre minimo di due anni, ma alcune aziende decidono di offrire garanzie più lunghe. Noi consigliamo sempre di acquistare un prodotto almeno di fascia media, per non restare troppo delusi da un apparecchio economico. Ovviamente, se il budget lo consente, i prodotti di fascia alta sono sempre i migliori! Ma si tratta solo di una scelta vostra e personale.