Blog

Miglior forno microonde combinato 2019

Il forno microonde combinato consente di cuocere qualsiasi tipologia di alimento, facendo risparmiare tempo ed energia e ottenendo risultati ottimali. Si tratta dell’ultima generazione di forni per la casa, che alla tipica funzione di ventilazione, ormai diventata tradizionale, abbina anche il grill e le microonde. Dunque, questi apparecchi sono in grado di offrire il vantaggio di una cottura tradizionale, con la velocità di un forno a microonde. Rispetto ai forni tradizionali, infatti, il forno combinato con microonde, può ridurre di un quarto i tempi di cottura e abbattere i consumi energetici fino al 70%!

PRODOTTO Peso Dimensioni VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
13 kg 49 x 39.2 x 27.5 VEDI PREZZI
17,8 kg 51,7 x 47,56 x 31 VEDI PREZZI
12 kg 33,7 x 43,7 x 25,8  VEDI PREZZI
17,5 kg 47,48 x 51,7 x 31 VEDI PREZZI
15,62 kg 48,6 x 40 x 29 VEDI PREZZI
8 kg 42,5 x 49 x 25 VEDI PREZZI
14,27 kg 45,8 x 40 x 26,5  VEDI PREZZI
11,4 kg 44,6 x 32,4 x 27 VEDI PREZZI
21 kg 32,5 x 50,5 x 52,3 VEDI PREZZI
17,4 kg 52 x 49 x 30 VEDI PREZZI

Questo, soprattutto grazie al fatto che non è necessaria una fare di pre-riscaldamento del forno. In commercio, è possibile trovare diverse tipologie di forno microonde combinato, ma in particolare, si distinguono tra quelli da incasso e quelli a libera installazione. Questi ultimi, ovviamente, vanno scelti in base alle dimensioni (del prodotto, ma anche del proprio nucleo familiare) e allo spazio che si ha a disposizione sul ripiano da lavoro. Uno dei vantaggi maggiori che offrono questa tipologia di forni, è il fatto di acquistare due prodotti in uno. Per quanto il nucleo familiare possa essere ristretto poi, noi consigliamo sempre di acquistare un modello dotato di una buona capienza, in modo da poterlo sfruttare non solo quando si sta da soli, ma anche quando si preparano cene per amici e parenti. Molto interessanti, sono anche gli accessori che consentono di cucinare più piatti contemporaneamente, mettendo ad esempio, un piatto sopra l’altro. L’efficienza del forno microonde combinato si misura in potenza, più è alta e minori saranno i tempi di cottura. Generalmente, in commercio i modelli più diffusi sono quelli con una potenza compresa tra i 700 ed i 1000 watt. Inoltre, si possono scegliere modelli con moltissime funzioni, che facilitano la cottura degli alimenti, per stupire voi stessi e i vostri amici.

Consumi energetici

forno microonde combinatoProbabilmente questo è uno degli aspetti che interessa conoscere alla maggior parte delle persone, quando si parla di forno combinato. Il fatto di utilizzare corrente elettrica per cucinare, al posto del gas, per alcune persone è ancora off limits. Questi però, non tengono in considerazione i vantaggi che se ne traggono dal suo utilizzo. Inoltre, i forni elettrici avevano un consumo molto elevato solo in passato. Oggi, grazie soprattutto alle nuove leggi, anche questi elettrodomestici sono classificati in base alla classe energetica e i modelli migliori, hanno consumi davvero molto ridotti, irrisori se paragonati a quelli di una decina di anni fa. Un buon forno microonde combinato oggi, consuma meno di un chilowatt all’ora. Come per tutti i grandi elettrodomestici presenti in commercio, anche il forno combinato è obbligato per legge a presentare l’etichetta della classe energetica. Questa, contiene la classe di efficienza dell’apparecchio e i dati relativi ai suoi consumi. I più efficienti, in termini energetici, sono quelli di classe A o superiore (seguita da uno o più simboli +). Alcune case produttrici, inoltre, ultimamente hanno iniziato ad inserire anche delle percentuali, a seguito della classe energetica, confondendo però le idee ai consumatori. Ad esempio, non è raro vedere classe energetiche come: A -20%. Questa significa, che rispetto alla tradizionale classe energetica A, quell’apparecchio, consente un ulteriore risparmio del 20%. Una specie di A+.

I programmi di cottura

Ovviamente, questi apparecchi sono così apprezzati e si stanno diffondendo sempre di più sul mercato, perché consentono di adoperare un ventaglio così ampio di programmi di cottura, da fare impallidire gli chef più famosi. Grazie ad essi, sarà possibile cucinare delle pietanze alla perfezione, come dei veri cuochi provetti. Ma vediamo insieme quali sono i programmi principali, che non dovrebbero mancare a nessun forno combinato. C’è da fare una piccola premessa però, la tipologia di cottura, va selezionata in base alla ricetta e all’alimento da cuocere. Per cui, un po’ di destrezza o pratica, è sempre necessaria:

  • Cottura statica. Con questa tipologia di cottura, tradizionale, si accendono contemporaneamente, o in maniera alternata, entrambe le resistenze, quella inferiore e quella superiore. Questa tipologia di cottura, è perfetta per cuocere cibi croccanti, ma anche biscotti e la carne.
  • Cottura ventilata. È quella “più moderna” ed utilizzata al giorno d’oggi. Questa attiva sia le resistenze che la ventola. Come tipologia di cottura è perfetta per la preparazione del pesce, ma anche del pollame e del pane.
  • Cottura con grill. Con questa funzione, oltre alle resistenze, si attiva una resistenza aggiuntiva a raggi infrarossi. Quest’ultima, consente di grigliare gli alimenti, gratinare la pasta e altre tipologie di cibi.
  • Cotture specifiche. Alcuni forni combinati, prevedono anche programmi di cottura specifici come per la pizza o per i dolci, ma anche per scongelare, mantenere in caldo il cibo o per lievitare.
  • Cottura a vapore. Si tratta della cottura più salutare di tutte, ma è presente solo in pochi modelli.

Ovviamente, consente di cuocere a zero grassi, mantenendo la giusta morbidezza negli alimenti, grazie all’azione del vapore.

I modelli elettronici

forno combinatoPossibilità aggiuntive, le offrono i forni combinati elettronici, che sono in grado di offrire programmi automatici piuttosto avanzati, che facilitano la cottura della maggior parte degli alimenti. Questi apparecchi, infatti, prevedono dei programmi preimpostati, che regolano automaticamente, a seconda del cibo scelto, tempi di cottura e temperatura ideale. Questo non solo semplifica l’utilizzo del forno microonde combinato, ma ne esalta addirittura l’apparecchio. Ovviamente, questi prodotti sono anche ottimizzati in termini di consumi energetici, consentendo un ulteriore risparmio in bolletta. Il controllo automatico di temperatura e timer, è relegato a dispositivi tecnologici, tra cui svariati sensori, piuttosto avanzati: questi sensori, possono essere ad esempio capaci di rilevare il peso dell’alimento inserito nel forno, impostando tempi di cottura e temperatura, in modo da mantenere la cottura ideale e costante. Inoltre, alcuni modelli, donano la possibilità di impostare un timer per l’inizio e il termine della cottura, in base all’orario. In questo modo, sarebbe possibile anche cuocere un alimento mentre si è via da casa e trovarlo pronto al nostro rientro, dopo il lavoro ad esempio. Tutte le opzioni, le funzioni e i programmi, infine, possono essere visualizzati su un display digitale retroilluminato, che consente di verificare in ogni istante la cottura del cibo.